Il Pisa Siamo Noi

Pisa Livorno 1 a 0 : Derby A Dir Poco Surreale, Decide Il Gran Goal Di Lisi

pisa-livorno

TifoPisa_Logo

Serie BKT 2019/20 – Giornata 28

Pisa, Arena Garibaldi Stadio “Romeo Anconetani” – sabato 7 marzo 2020, ore 18.00

Il Tabellino :

PISA : 1 Gori, 2 Birindelli [dal 85’ 28 Ingrosso], 3 Pisano, 8 Caracciolo, 10 Soddimo [dal 25’ 21 Pinato], 23 Lisi, 26 Masucci [dal 34’ 19 Vido], 27 Gucher [C], 30 De Vitis, 31 Marconi, 33 Benedetti. Allenatore : D’Angelo. A disposizione : 22 Perilli, 25 Dekic, 5 Pompetti, 9 Moscardelli, 11. Minesso, 13 Meroni, 35 Fabbro, 38 Edu Mengue.

LIVORNO : 35 Plizzari, 4 Di Gennaro [dal 85’ 31 Simovic], 6 Silvestre, 7 Marsura, 8 Luci [C], 15 Del Prato, 17 Porcino [dal 80’ 47 Seck], 26 Bogdan, 27 Ferrari, 32 Marras, 34 Agazzi [dal 77’ 37 Awua]. Allenatore : Breda. A disposizione : 22 Ricci, 38 Zima, 9 Braken, 1 Murilo, 14 Rizzo, 19 Morelli, 29 Rocca, 42 Boben, 43 Viviani.

Arbitro : Marinelli di Tivoli

Assistente 1 : Capaldo di Napoli

Assistente 2 : Affatato di Verbano-Cusio-Ossola

Quarto Uomo : Maggioni di Lecco

Goal : 63’ Lisi (P)

Ammoniti : Caracciolo (P), Marras (L), Bogdan (L), Simovic (L)

Espulsi : 

Angoli : 0 – 1

Recuperi : 3’ ; 4’

La Cronaca :

In un’Arena Garibaldi deserta, chiusa come il resto degli stadi in Italia dalle restrizioni imposte dal governo a causa dell’emergenza Coronavirus, Pisa e Livorno si sfidano per un derby sui generis che senza dubbio perde gran parte del proprio fascino orfano del colore che ha sempre contraddistinto le due tifoserie ; nel rumore assordante che soltanto il silenzio riesce a regalare la speranza è che le due formazioni sappiano trovare le giuste motivazioni per giocare una partita comunque importante.

Queste le scelte di formazione iniziali del tecnico dei neroazzurri Luca D’Angelo :

61EF1A8A-28E0-4EC2-BD4A-734EE0702E6F

Questa invece la risposta dell’allenatore della compagine amaranto Roberto Breda :

F9588667-134C-4347-B09F-D206590345AC

Nel Pisa ci sono Birindelli e Pisano a presidiare le corsie laterali mentre Lisi scala a centrocampo ; in attacco la coppia goal è formata da Masucci e Marconi. In casa Livorno praticamente tutto confermato rispetto a quelle che erano le indicazioni della vigilia, con Porcino che stringe i denti ed è regolarmente al suo posto e con Agazzi che va ad affiancare capitan Luci in mezzo al campo.

Arbitra il match il signor Marinelli di Tivoli. Si gioca in un pomeriggio caratterizzato da una temperatura piacevole ; il terreno di gioco appare essere in perfette condizioni.

Partono forte i padroni di casa : Lisi scalda le mani a Plizzari con un destro dalla media distanza bloccato dal numero 35 amaranto, poi è Gucher a cercare la conclusione di prima intenzione dai venti metri con un destro che fa la barba al palo alla destra dell’estremo difensore ospite. Con il trascorrere dei minuti il Livorno inizia a prendere le misure agli avversari, che faticano a rendersi pericolosi negli ultimi sedici metri ; le cose non migliorano quando Soddimo è costretto ad alzare bandiera bianca per un problema muscolare, al suo posto entra Pinato.

La prima occasione per gli ospiti è il colpo di testa di Ferrari su bel cross di Porcino dalla corsia di sinistra : pallone che termina sul fondo di un metro. Piove sul bagnato in casa neroazzurra quando anche Masucci è costretto a fermarsi per un problema muscolare e mister D’Angelo è costretto alla seconda sostituzione forzata in poco più di mezz’ora : entra Vido. I neroazzurri sembrano accusare il colpo e gli amaranto iniziano a prendere campo, costringendo Benedetti e Caracciolo a respingere più di una minaccia dalle parti di Gori.

Il clima surreale nel quale viene disputata la partita non aiuta i ritmi della stessa a decollare e si arriva all’intervallo senza che accada sostanzialmente più niente. Al riposo il derby fra Pisa e Livorno è bloccato sullo 0 a 0.

Anche ad inizio ripresa i neroazzurri sembrano non trovare le chiavi giuste per fare la partita, ma al termine di una mischia in area di rigore amaranto il pallone capita dalle parti di Vido che tutto solo a zero metri dalla porta non riesce incredibilmente a trovare la deviazione vincente ; ci prova poi Birindelli con un destro da distanza siderale che non trova il bersaglio grosso, imitato qualche minuto dopo da Gucher prima e Pinato poi con risultati pressoché identici.

Va molto meglio quando Lisi decide di mettersi in proprio sulla corsia di sinistra, dalla quale converge liberandosi dalla guardia di Del Prato per poi scaricare un destro terrificante che si infila all’incrocio dei pali alle spalle dell’incolpevole Plizzari per un goal che ricorda moltissimo quello siglato dallo stesso numero 23 in maglia neroazzurra nel match casalingo contro il Chievo. La risposta degli ospiti è nell’iniziativa personale di Marras conclusa con un sinistro sgangherato da buona posizione, con la sfera che si perde sul fondo.

Il Livorno prova a metter su un forcing finale alla ricerca del goal del pareggio, il Pisa sbuffa e si difende con ordine provando di tanto in tanto a rendersi pericoloso : non sembra essere serata per Vido che al termine di una bella azione manovrata da parte dei neroazzurri sparacchia malamente in Curva Nord da ottima posizione. Dall’altra parte ci prova capitan Luci con un sinistra dai sedici metri ben bloccato da Gori.

L’ultimo cambio in casa Pisa è Ingrosso che prende il posto di un Birindelli esausto, per un finale di gara che vede gli ospiti tutti proiettati in avanti alla ricerca del pari ed i padroni di casa a tenere botta non senza difficoltà. Ci sono un paio di colpi di testa del gigante Ferrari che non spaventano Gori e poco altro, ed i neroazzurri possono così festeggiare una vittoria di capitale importanza per la classifica e per il morale nel derby più surreale della storia.

Condividi questo articolo:
Facebook Twitter Email

2 Comments

  1. Franco

    08/03/2020 at 08:55

    Grande Lisi!! Entra di diritto nella storia del Pisa.

  2. Franco

    08/03/2020 at 08:54

    Estate 2019: presentazione del Livorno con tanto di striscioni offensivi contro il Pisa (da parte dei giocatori!); Spinelli afferma che loro il Pisa lo distruggono sempre (dimenticando che negli ultimi derby due volte a Pisa ha perso e una volta pareggiato a Livorno). Bene, ora ha perso ancora e tra noi e loro ci sono ben 18 PUNTI DI DISTACCO. Salutoni…

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>